BLOG - Allegro Bio

Vai ai contenuti

Menu principale:

Semi di chia

Pubblicato da allegro bio in prodotti · 16/4/2015 19:23:36

La Salvia Hispanica, comunemente conosciuta come Chia, e' una pianta erbacea estiva annuale, della famiglia delle Labiatae a cui appartiene anche la menta. Originaria del Centro-Sud America, veniva gia' coltivata in epoca pre-Colombiana dalle civilta' azteche: si racconta come fosse molto pregiata per le sue proprieta' e le caratteristiche nutrizionali.
Insieme a mais, fagioli e amaranto, la Salvia Hispanica rappresentava la base dell'alimentazione di popolazioni come quella azteca: la parola “chia” infatti in azteco acquista il significato di “forza”.
E' tuttora ampiamente utilizzata in Messico e Guatemala, sotto forma di semi, come fonte di energia e nutrimento.

Quali proprieta' hanno?
I semi di chia sono noti per essere una tra le fonti vegetali piu' ricche di acidi grassi essenziali, in particolare di Omega 3, caratteristica che li rende simili ai semi di lino e all'olio di lino: infatti 100 grammi di semi di chia contengono mediamente 20,5 g di Omega 3, caratteristica che li rende simili ai semi di lino e all'olio di lino: infatti 100 grammi di semi di chia contengono mediamente 20,5 g di Omega 3.
Inoltre secondo la scala ORAC che misura la capacita' antiossidante degli alimenti, i semi di chia sono un'ottima fonte di antiossidanti: infatti hanno un valore (98 micromoli TE/g, Fonte: Nutritional Science Researche Institute) addirittura superiore a quello del mirtillo rosso americano(90 micromoli TE/g, fonte: USDA).
Ma come si utilizzano i semi di chia?
Dato il loro sapore neutro e per nulla sgradevole, i semi di chia possono essere assunti crudi, aggiunti al muesli della colazione o accompagnati a cereali e altri semi, come i semi di zucca o di girasole, per uno snack salutare e nutriente nel corso della giornata.
Oppure utilizzati come condimento per numerosi piatti tra cui insalate, pasta, risotti, quinoa, legumi e altri cereali a piacere oppure ancora come ingredienti da aggiungere a frullati o macedonie di frutta e/o verdura.
Come elemento decorativo, ma nutriente, accompagnano crostini e tartine spalmati con creme vegetali; oppure in versione dolce guarniscono biscotti, plum-cake e torte, ai quali vanno aggiunti preferibilmente a cottura ultimata.
Lasciati in ammollo in acqua a temperatura ambiente - i semi di chia sono in grado di assorbire acqua in quantita' molto superiore al loro peso – sprigionano un gel ritenuto utile per la funzionalita' dell'intestino. Lo stesso gel puo' essere utilizzato in cucina al posto delle uova nei piatti vegani.

I semi di chia, saltati in padella, possono essere utilizzati anche nella preparazione di ricette a base di riso e verdure.
Cosa prevede la normativa ?
I semi di chia sono stati riconosciuti, nell'ottobre del 2009, come nuovo ingrediente alimentare; l'attuale normativa prevede che possano essere venduti solo come prodotto pre-confezionato, raccomandando di non superare la dose giornaliera di 15 grammi.
Tali limitazioni sono dovute al fatto che attualmente non sono disponibili ancora sufficienti informazioni sul suo consumo.

Fonte : Baule Volante – Via Marabini, 8 Castel Mggiore (BO) – www.baulevolante.it - estratto scheda informativa SCH317




Nessun commento

Torna ai contenuti | Torna al menu